Territorio
Scopri l'Abruzzo

CASTELLALTO

Castellalto, borgo dall'antico fascino che si erge tra le valli del Tordino e del Vomano, nasce intorno all'anno Mille, anche se non mancano tracce di insediamenti ancora più anteriori, risalenti al periodo italico e romano. Proprio al II-I secolo a.C. risale il reperto più antico sinora venuto alla luce, un bronzetto raffigurante Ercole, con la testa ricoperta di pelle, rinvenuto più precisamente in quel di Casemolino, presso il Tordino. Non mancano testimonianze di epoca romana, come le ville rustiche databili dal II secolo a.C. al V secolo d.C., che riaffiorano nelle campagne dell'intero territorio comunale.

Meritano una visita la Chiesa di San Giovanni Evangelista, con portale risalente al 1500 e dipinti del '700, la chiesa della Madonna degli Angeli, all'interno della quale è possibile ammirare un altare barocco e dipinti che risalgono al XVIII secolo. Degna di attenzione è anche la porta di ingresso al borgo, costruita nel 1500 e restaurata nel 1700, che testimonia l'ampliamento che Castellalto ha avuto in epoca rinascimentale.

Altrettanto suggestivo è l'altro centro storico, quello del piccolo borgo di Castelbasso, circondato da antiche mura e che, ancora oggi, conserva l'originario assetto medievale: e sono proprio i palazzi risalenti a questo periodo a meritare la nostra attenzione, così come la Chiesa dei SS. Pietro e Andrea, dalla pianta quasi quadrata e 3 navate. La Chiesa vanta inoltre un portale del '300 e un battistero in pietra del '500; stucchi decorativi risalgono invece al 1600 e le pale degli altari al '700.

PROVINCIA DI TERAMO

La provincia teramana è la più settentrionale della regione abruzzese e in passato, come testimonia la storica fortezza di Civitella del Tronto, delineava l’instabile confine tra il Regno di Napoli e lo Stato della Chiesa.

Il vanto di questo provincia sta nel poter godere della presenza sia del mare Adriatico sia delle montagne, i Monti della Laga ma soprattutto il Gran Sasso d'Italia, che tra loro distano meno di un'ora in auto. E proprio il Gran Sasso vanta nella provincia di Teramo le sue cime più elevate: il Corno Piccolo (2.655 m.) e il Corno Grande (2.912 m., la vetta più alta dell'intera catena appenninica, nelle cui viscere si trova il laboratorio sotterraneo di fisica nucleare più grande del mondo).

Lungo la costa, ampie spiagge di fine sabbia dorata disegnano un litorale lineare e basso, lungo il quale sorgono suggestivi borghi dalla storia antica, come Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi. Queste città sono anche chiamate "le sette sorelle" o "le sette sorelle blu", perchè su ciascuna di esse sventola, o sventolava, la prestigiosa "bandiera blu".

Sette città che sono protagoniste indiscusse dell’estate della provincia di Teramo.

Una delle grandi attrattive della provincia è il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga - una delle aree protette più grandi d’Italia, all'interno del quale vengono salvaguardati il Lupo Appenninico, l’Orso Bruno Marsicano, il Camoscio d’Abruzzo, l’Aquila Reale e il Grifone.

Altra Riserva degna di nota è quella Naturale dei Calanchi di Atri, oasi WWF, dove l’acqua e l’argilla hanno disegnato guglie e vallette di rara bellezza.

Chi preferisce un turismo più culturale troverà pane per i suoi denti: molte sono le città antiche, ricche di storia e monumenti, come la pre-romana Atri - tra le città più antiche d'Italia, che ha il vanto di aver dato il suo nome al Mare Adriatico - o il borgo medievale di Civitella del Tronto. La stessa città di Teramo, capoluogo di provincia e sede vescovile, arricchita da maestosi palazzi nobiliari; Campli, che nel suo importante Museo Nazionale Archeologico custodisce ed espone preziosi reperti rinvenuti nella necropoli protostorica della vicina Campovalano; Castelli, famosissima in Italia e nel mondo per le variopinte e preziose maioliche realizzate da saggi e pazienti artigiani.

Chi, ancora, è amante del turismo religioso, potrà visitare, in località Isola del Gran Sasso, il Santuario di San Gabriele dell'Addolorata, Santo dei giovani e Patrono d'Abruzzo. Il Tempio, che accoglie circa 2,5 milioni di fedeli ogni anno, è uno dei 15 Santuari più visitati al mondo.

E chi ha un'indole sportiva, in inverno potrà recarsi a Prati di Tivo (località sciistica tra le più rinomate dell'intero Appennino) o a Prato Selva, mete di migliaia di appassionati di sci che si cimentano sulle piste adagiate alle pendici del Gran Sasso.

CONTATTACI
teramo ristorante
ristoranti cerimonie teramo
ristoranti a castellalto
Offerte ed Eventi
Scopri i nostri pacchetti speciali
Promozioni Speciali
Le nostre offerte
Scopri le nostre promozioni!
SCOPRI DI PIÙ
Scopri
I Nostri Eventi
Eventi al Cavallino Rosso
SCOPRI DI PIÙ
Richiedi
Un Preventivo
Contattaci per avere Informazioni
SCOPRI DI PIÙ
Una Location Unica
Scopri la Photogallery